Socializzare con AI – Le Statistiche Chatbot 2018

Le conversazioni digitali e il mercato della messaggistica in tempo reale sono in aumento: scopri le ultime statistiche

Le conversazioni digitali e la messaggistica in tempo reale hanno cambiato il modo in cui i clienti interagiscono con i brand, grazie alla sinergia dell’interazione umana e dell’intelligenza artificiale. I bot sono diventati una delle tecnologie più utilizzate quando si tratta di messaggistica, utilizzati sia su siti Web che sulle app. Abbiamo raccolto alcuni dei dati più recenti che mostrano il loro impatto sul mercato digitale e il motivo per cui le aziende si rivolgono a chatbot per migliorare l’esperienza dei propri clienti.

Per iniziare a capire il valore dei bot è sufficiente vedere gli ultimi dati rilasciati da Facebook [1]:

  • ogni mese vengono inviati 2 miliardi di messaggi tra persone e aziende
  • Il 56% delle persone preferisce il messaggio piuttosto che chiamare il servizio clienti
  • Il 53% delle persone ha maggiori probabilità di fare acquisti con le aziende che possono inviare messaggi

Questi numeri mostrano chiaramente che le aziende hanno bisogno di utilizzare i chatbot per migliorare la comunicazione con i clienti, non solo per aumentare le vendite, ma anche la consapevolezza e la fedeltà al marchio.

Il report State of Conversational Marketing di Drift mostra numeri interessanti: le persone provenienti da tutti i 195 paesi del mondo utilizzano la chat online per avviare conversazioni su siti Web aziendali. Il segmento intervistato appartiene alle aziende di dimensioni e settori diversi, insieme ai principali decision makers: il 41% delle persone che utilizzano chat online con le aziende sono dirigenti. [2]

Per quanto riguarda l’impatto sul mercato, il mercato globale dei chatbot dovrebbe raggiungere $ 1,25 miliardi entro il 2025, con un CAGR del 24,3%, secondo il nuovo report di Grand View Research, Inc. Questa crescita sarà guidata dal miglioramento di servizi al cliente che le aziende stanno introducendo al fine di ridurre i costi operativi.


Quindi ci chiediamo perché gli utenti online preferiscono i chatbot? La risposta è molto intuitiva se guardiamo ai principali problemi che gli utenti hanno con la tradizionale esperienza online. Fra i punti più frustranti gli utenti indicano siti web difficili da navigare, l’impossibilità di trovare risposte a domande semplici e la difficoltà di trovare rapidamente il servizio desiderato [3].

Lo scambio di informazioni nel mondo moderno è diventato così veloce, che gli utenti stanno cominciando a richiedere informazioni in tempo reale e senza interruzioni e sono pronti ad abbandonare completamente il brand e rivolgersi al brand concorrente, se la richiesta non viene fornita immediatamente. Ecco perché i chatbot funzionano in entrambi i modi: aiutano i clienti a ricevere le informazioni necessarie su richiesta, ma allo stesso tempo consentono ai brand di raggiungere i loro clienti e anticipare le loro esigenze.

Come modo interattivo e informale di interagire con i brand, i chatbot hanno un grande potenziale per diventare un canale di comunicazione digitale preferito nei prossimi anni.

Se vuoi saperne di più sull’evoluzione e sul futuro della messaggistica istantanea, leggi il nostro articolo “Chatbots and the Future of Instant Messaging: “Be where your customers are”.

 

 

 

 

[1] https://www.facebook.com/business/products/messenger-for-business

[2] 2018 State of Chatbots Report

[3] Idem.